Oserei affermare una "macchina infernale" composta da pali, tavole, fori, bulloni d’ogni genere e grandezza, palafitte, piattaforme, tipi di rete per ogni stagione, un intreccio di cordame, cavi, funi, ruote, verricelli, carrucole, bozzelli d’ogni genere, insomma una ragnatela disordinata per geometria ma ordinata per funzionalità: Il Trabocco.        

alfredo massacesi